Search
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in comments
Search in excerpt
Filter by Custom Post Type

SHOP

CONTATTI

Alluminio D-bond: un materiale leggero, dall’anima forte.

Pubblicato il 05-04-2017

Il D-bond è stato ideato in Germania nel 1992, dalla 3A Composites. Pensato e ottimizzato per il mercato dei display a livello mondiale, il materiale si è subito imposto come una valida alternativa nel campo dei supporti per la stampa digitale, con qualità apprezzabili in molteplici aspetti: versatilità della superficie, durevolezza nel tempo e ottima resa sia in piccoli che grandi formati. È leggero e deformabile nelle tre dimensioni, pur garantendo la massima stabilità e resistenza alla flessione.

Entrando nello specifico, il D-bond è costituito da un’anima in Polietilene nero ad alta densità, autoestinguente e fonoassorbente, racchiusa fra due lastre di alluminio. Il materiale mostra il proprio valore soprattutto negli impieghi esterni, nei quali viene esaltata la sua capacità di mantenimento nonostante l’azione degli agenti atmosferici. Per conservare l’aspetto estetico originale sono comunque consigliate la manutenzione e la pulizia, manuale o con l’utilizzo di dispositivi di pulitura adatti.

L’esclusiva lega dei fogli di alluminio assicura stabilità e resistenza alla corrosione, mantenendo comunque valida la possibilità di lavorazioni ulteriori. Lo spessore è decisamente contenuto, ma anche nelle versioni più sottili dimostra notevole rigidità. Il rivestimento in alluminio, inoltre, permette una stampa mono o bifacciale e perfettamente planare.

La sua leggerezza facilita il trasporto e l’applicazione dei prodotti nei quali è impiegato, unendo una caratteristica di norma associata alla fragilità a proprietà, al contrario, dalla notevole connotazione solida.

La sua versatilità ha permesso l’utilizzo di questo materiale anche in ambienti innovativi rispetto al suo utilizzo originario, come per esempio l’arredamento d’interni e l’industria del mobile. Tuttavia, come dicevamo, il suo ambiente naturale è quello della comunicazione indoor e outdoor. Andiamo quindi a vedere nel dettaglio dove e come viene utilizzato in maggior misura.

Insegne, totem ed espositori
Essendo uno dei migliori supporti rigidi in termini di resa estetica e durata nel tempo, il D-bond rappresenta una soluzione ottimale sia per la realizzazione di insegne – dunque in un contesto outdoor in grandi formati – sia in ambiente indoor, dove si distingue per la facilità di lavorazione dei pannelli nella realizzazione di espositori e totem personalizzati.

Allestimenti di stand fieristici e negozi
L’espansione del suo utilizzo nell’Interior Design fa del D-bond la perfetta soluzione anche negli allestimenti fieristici o punti vendita, in cui si fa notare per l’ottima resa in grandi e piccoli formati. La sua versatilità può essere sfruttata in modo efficace in pareti dal forte impatto visivo, sulle quali stampare immagini emozionali il cui effetto coinvolgente verrà esaltato dalla qualità del supporto. La semplicità con la quale è possibile intervenire sul materiale per modifiche e personalizzazioni lascia spazio alla creatività, utile nella progettazione in generale, ma nello specifico nel comunicare con efficacia la propria immagine aziendale in esposizioni importanti come quelle fieristiche.

L’ufficio grafico e tecnico di Q&B Grafiche saprà affiancarvi nella scelta dei campi d’intervento e nell’utilizzo di un materiale polivalente come il D-bond, aiutandovi nel progettare un prodotto di qualità e in linea con l’immagine della vostra realtà.

FacebookLinkedInTwitterWhatsAppEmail